Servi di Maria - Genova
Parrocchia Santa Maria dei Servi




22-01-2020 Mercoledì della II sett. del Tempo Ord.

Le Letture del giorno

Nella Sacra Scrittura, Dio parla all'uomo alla maniera umana.
Per una retta interpretazione della Scrittura, bisogna dunque ricercare con attenzione che cosa gli agiografi hanno veramente voluto affermare e che cosa è piaciuto a Dio manifestare con le loro parole.
Per comprendere l'intenzione degli autori sacri, si deve tener conto delle condizioni del loro tempo e della loro cultura, dei “generi letterari” allora in uso, dei modi di intendere, di esprimersi, di raccontare, consueti nella loro epoca. “La verità infatti viene diversamente proposta ed espressa nei testi in varia maniera storici o profetici, o poetici, o con altri generi di espressione”.
Però, essendo la Sacra Scrittura ispirata, c'è un altro principio di retta interpretazione, non meno importante del precedente, senza il quale la Scrittura resterebbe lettera morta: la Sacra Scrittura deve “essere letta e interpretata con l'aiuto dello stesso Spirito mediante il quale è stata scritta”.
(Dal Catechismo della Chiesa Cattolica - Parte I - Sezione I - Capitolo II, Art. 3, III Lo Spirito Santo, interprete della Scrittura, 109-111)

In questa pagina sono pubblicate le Letture proposte giornalmente dalla Chiesa Cattolica secondo il calendario liturgico del rito Romano Ordinario.
Per realizzare questo pagina abbiamo usufruito del servizio offerto dall'associazione internazionale Evangelizo che ha come missione la diffusione del Vangelo via internet.

Se vuoi visualizzare le Letture di un altro giorno seleziona la data che ti interessa.
È possibile scegliere una data compresa tra i 30 giorni prima e i 30 dopo di oggi.

Visualizzo Letture del:

Vangelo   Letture   Santi   Home

Mercoledì della II sett. del Tempo Ord.

Primo libro di Samuele 17,32-33.37.40-51.

Davide disse a Saul: "Nessuno si perda d'animo a causa di costui. Il tuo servo andrà a combattere con questo Filisteo".
Saul rispose a Davide: "Tu non puoi andare contro questo Filisteo a batterti con lui: tu sei un ragazzo e costui è uomo d'armi fin dalla sua giovinezza".
Davide aggiunse: "Il Signore che mi ha liberato dalle unghie del leone e dalle unghie dell'orso, mi libererà anche dalle mani di questo Filisteo". Saul rispose a Davide: "Ebbene và e il Signore sia con te".
Poi prese in mano il suo bastone, si scelse cinque ciottoli lisci dal torrente e li pose nel suo sacco da pastore che gli serviva da bisaccia; prese ancora in mano la fionda e mosse verso il Filisteo.
Il Filisteo avanzava passo passo, avvicinandosi a Davide, mentre il suo scudiero lo precedeva.
Il Filisteo scrutava Davide e, quando lo vide bene, ne ebbe disprezzo, perché era un ragazzo, fulvo di capelli e di bell'aspetto.
Il Filisteo gridò verso Davide: "Sono io forse un cane, perché tu venga a me con un bastone?". E quel Filisteo maledisse Davide in nome dei suoi dei.
Poi il Filisteo gridò a Davide: "Fatti avanti e darò le tue carni agli uccelli del cielo e alle bestie selvatiche".
Davide rispose al Filisteo: "Tu vieni a me con la spada, con la lancia e con l'asta. Io vengo a te nel nome del Signore degli eserciti, Dio delle schiere d'Israele, che tu hai insultato.
In questo stesso giorno, il Signore ti farà cadere nelle mie mani. Io ti abbatterò e staccherò la testa dal tuo corpo e getterò i cadaveri dell'esercito filisteo agli uccelli del cielo e alle bestie selvatiche; tutta la terra saprà che vi è un Dio in Israele.
Tutta questa moltitudine saprà che il Signore non salva per mezzo della spada o della lancia, perché il Signore è arbitro della lotta e vi metterà certo nelle nostre mani".
Appena il Filisteo si mosse avvicinandosi incontro a Davide, questi corse prontamente al luogo del combattimento incontro al Filisteo.
Davide cacciò la mano nella bisaccia, ne trasse una pietra, la lanciò con la fionda e colpì il Filisteo in fronte. La pietra s'infisse nella fronte di lui che cadde con la faccia a terra.
Così Davide ebbe il sopravvento sul Filisteo con la fionda e con la pietra e lo colpì e uccise, benché Davide non avesse spada.
Davide fece un salto e fu sopra il Filisteo, prese la sua spada, la sguainò e lo uccise, poi con quella gli tagliò la testa. I Filistei videro che il loro eroe era morto e si diedero alla fuga.


Traduzione liturgica della Bibbia
Per ricevere il Vangelo ogni mattina per e-mail, iscrivetevi : vangelodelgiorno.org


Salmi 144(143),1.2.9-10.

Benedetto il Signore,
mia roccia,
che addestra le mie mani alla guerra,
le mie dita alla battaglia.

Mia grazia e mia fortezza,
mio rifugio e mia liberazione,
mio scudo in cui confido,
colui che mi assoggetta i popoli.

Mio Dio, ti canterò un canto nuovo,
suonerò per te sull'arpa a dieci corde;
a te, che dai vittoria al tuo consacrato,
che liberi Davide tuo servo.




Traduzione liturgica della Bibbia
Per ricevere il Vangelo ogni mattina per e-mail, iscrivetevi : vangelodelgiorno.org


Vangelo   Letture   Santi   Home


Parrocchia Santa Maria dei Servi - Largo Santa Maria dei Servi, 5 - 16129 Genova - p.i.: 95016550105
Tel. 010 564077 - Fax 010 581409 email: parrocchia@servidimariagenova.it
Copyright © 2016 - Parrocchia Santa Maria dei Servi di Genova - Tutti i diritti riservati